Sette fonti di finanziamento per le PMI

Dall’ideazione alla maturità delle risorse, tutte le piccole e medie imprese (PMI) hanno bisogno di finanziamenti continui per crescere, sostenere tale crescita e raggiungere la redditività.

L’Harvard Business Review nomina cinque fasi di crescita per le piccole imprese dopo l’ideazione, la fase in cui gli imprenditori trovano il capitale per avviare la propria attività. La prima è la fase di esistenza, in cui un’azienda stabilisce la fattibilità della sua idea imprenditoriale. La seconda è la fase di sopravvivenza in cui l’azienda, dopo aver stabilito la redditività, cerca di generare un flusso di cassa costante. Il terzo è la fase di successo o quando l’azienda ha raggiunto la stabilità e sta guadagnando profitti ragionevoli.

Da qui, l’azienda può scegliere di mantenere la rotta attuale o passare al quarto livello: la fase di decollo. È qui che si trasforma in un’impresa grande e complessa con un elevato rapporto debito/equità. Ultima è la fase di maturità delle risorse: l’azienda, raggiunta la sua dimensione massima, diventa una forza dominante sul mercato.

A seconda della fase attuale della tua attività, potresti beneficiare di uno di questi finanziamenti:

Risparmio personale (per le imprese in fase di ideazione ed esistenza). Quando avviano un’impresa, molti imprenditori fanno semplicemente affidamento sui propri soldi o sui risparmi personali per il capitale. Sarà difficile trovare finanziamenti esterni in quanto non sarai in grado di mostrare il proof of concept.

Ricevi le ultime notizie


consegnato alla tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter quotidiana del Manila Times

Registrandomi con un indirizzo e-mail, dichiaro di aver letto e di accettare i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy.

Investitori privati ​​(per imprese in fase di ideazione, esistenza e sopravvivenza). Gli investitori privati ​​sono familiari, amici o conoscenti nella tua rete con la capacità di investire nella tua idea imprenditoriale. A seconda del tuo rapporto con l’investitore privato, ti potrebbe essere chiesto di ripagarlo con interessi o tramite azioni o quote di profitto.

Per le aziende nelle fasi iniziali, è necessario un piano aziendale scritto per mostrare il ritorno sull’investimento (ROI) stimato e i potenziali rischi. Inoltre, decidi se vuoi che gli investitori assumano un ruolo attivo. Non tutti gli investitori hanno l’esperienza e le conoscenze giuste per supportare la tua attività, il che può causare problemi lungo la strada.

Gli imprenditori nella fase di sopravvivenza, nel frattempo, dovranno mostrare agli investitori in che modo il capitale aggiuntivo contribuirà alla crescita del business, risolvendo frequenti divari di flusso di cassa o acquistando asset.

Contributi alle imprese (per le imprese in fase di esistenza e sopravvivenza). Le sovvenzioni alle imprese sono disponibili per tutte le fasi, la maggior parte delle quali sotto forma di denaro per le microimprese. I programmi governativi e le fondazioni più formali, tuttavia, si concentrano sul finanziamento di PMI in crescita in settori selezionati, gratuitamente oa tassi di interesse bassi.

Tuttavia, le domande sono altamente competitive e la maggior parte delle sovvenzioni si concentra su determinati settori, advocacy o idee con un alto potenziale per la produzione di massa. Un esempio di programma di sovvenzioni è il programma HEAL (Health, Education, Arts and Livelihood) della Metrobank Foundation Inc.

Carte di credito (per le imprese nelle fasi di sopravvivenza e successo). Le aziende più affermate possono avvalersi di una carta di credito aziendale se soddisfano i requisiti di reddito del provider. Ha un limite di credito più elevato rispetto alle carte di credito personali e può essere utilizzato da più titolari di carte per coprire le lacune di flusso di cassa e le spese improvvise.

Puoi ottenere una carta di credito aziendale dalla maggior parte delle banche locali. Scegline uno con una quota associativa annuale bassa o nulla e con funzionalità che avvantaggiano maggiormente il tuo utilizzo, che si tratti di interessi zero per cento, miglia frequent flyer o cashback delle stazioni di servizio.

Prestiti alle imprese e linee di credito (per le imprese in fase di sopravvivenza al decollo). I prestiti sono il finanziamento di riferimento della maggior parte delle PMI, nella misura in cui la maggior parte dei nuovi imprenditori presume di poterne ottenere uno per avviare un’impresa. In realtà, i prestiti alle imprese sono spesso un’opzione solo quando la tua azienda acquisisce una storia di redditività e operazioni stabili.

Esistono due tipi di prestiti alle imprese: un prestito a termine e una linea di credito. Un prestito a termine è una grossa somma forfettaria prestata in anticipo. Una linea di credito è un pool di denaro in cui puoi attingere in qualsiasi momento per qualsiasi spesa relativa all’attività. Rimborsi solo quello che usi più gli interessi; una volta che le tue quote sono state rimborsate, il tuo limite di credito viene ripristinato.

Sono necessarie molte ricerche per assicurarti di ottenere il miglior prestito per le tue esigenze. Il prestito micro multiuso RISE UP del Dipartimento del Commercio e dell’Industria, ad esempio, offre fino a P300.000 con un interesse del 12% annuo. La linea di credito revolving di First Circle, nel frattempo, è la scelta migliore per le PMI che cercano finanziamenti senza garanzie a basso rischio, offrendo fino a 10 milioni di sterline a partire dall’1,39% al mese senza costi di iscrizione. Se hai bisogno di importi superiori a P10 milioni, puoi prendere in considerazione il Term Loan di BDO, che offre fino a P20 milioni se puoi fornire garanzie immobiliari.

Investitori angelici (per le imprese in fase di sopravvivenza al decollo). Gli investitori angelici sono individui o gruppi facoltosi che finanziano start-up e piccole imprese a lungo termine. La maggior parte si concentra sullo sviluppo di un prodotto o servizio che può guadagnare terreno sul mercato. È quindi probabile che finanzino aziende finanziariamente stabili che cercano di crescere e commercializzare.

Gli investitori angelici possono essere professionisti locali o stranieri, dirigenti di società o imprenditori esperti. Possono fornire una solida consulenza aziendale per ridurre i rischi e massimizzare i profitti e collegarti a fornitori importanti e nuovi clienti.

A differenza delle carte di credito o del finanziamento del prestito, non dovrai rimborsare il finanziamento dell’investimento. Gli investitori Angel offrono fino a milioni dai loro fondi personali o profitti aziendali in cambio di una percentuale consistente dei tuoi profitti, un certo livello di ROI e/o la proprietà di azioni. Un esempio è Manila Angel Investors Network Inc., che valuta idee di business in oltre 10 settori come l’istruzione e i servizi finanziari.

Venture capitalist (per le imprese in tutte le fasi). Si tratta di aziende che offrono da milioni a miliardi di finanziamenti per investimenti, oltre a una guida in concetti di business più complessi, per portare un’azienda alla fase di maturità delle risorse.

A differenza degli investitori angel, che sviluppano un singolo prodotto o servizio da portare sul mercato, i venture capitalist spesso creano una gamma di prodotti e servizi per rendere l’azienda un leader di mercato. In cambio del loro investimento, i venture capitalist chiedono un livello più elevato di ROI e di partecipazione azionaria.

La maggior parte dei venture capitalist è disposta a investire in qualsiasi fase, preferendo guardare al potenziale di crescita e innovazione a lungo termine rispetto alla redditività attuale. Negli ultimi decenni, è stata la norma per le PMI emergenti e le start-up tecnologiche optare per i venture capitalist rispetto al finanziamento tradizionale. Un esempio è Kickstart Ventures di Globe Telecom, che finanzia startup che sconvolgono settori tradizionali come finanza, salute, media e telecomunicazioni.

Con le giuste fonti di finanziamento, le PMI in qualsiasi fase avranno più facilità a raggiungere la crescita e raggiungere la redditività. Qualunque sia il settore o la fase di crescita in cui ti trovi, assicurati di rivedere le tue finanze e lo scopo per cercare finanziamenti per la crescita. Avere un business plan per iscritto ti renderà anche più facile trovare le giuste fonti di finanziamento e ottenere affari migliori.

Jess Jacutan è il responsabile del marketing dei contenuti per First Circle, una società di tecnologia finanziaria registrata alla SEC che dal 2016 dà potere alle PMI attraverso finanziamenti e strumenti di crescita gratuiti.

We wish to thank the writer of this short article for this remarkable content

Sette fonti di finanziamento per le PMI


Check out our social media profiles and other related pageshttps://lmflux.com/related-pages/