SCHEDA INFORMATIVA: Gli Stati Uniti annunciano nuovi investimenti e risorse per promuovere l’iniziativa nazionale di biotecnologia e bioproduzione del presidente Biden – La Casa Bianca

Oggi la Casa Bianca ospiterà un vertice sulla biotecnologia e la bioproduzione. Il vertice è guidato dal consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan, dal direttore del Consiglio economico nazionale Brian Deese e dal direttore dell’Ufficio per la scienza e la tecnologia, il dottor Alondra Nelson, a cui si unirà il segretario alla salute e ai servizi umani Xavier Becerra, segretario all’energia Jennifer Granholm, il vicesegretario alla Difesa Kathleen Hicks, il vicesegretario all’agricoltura Jewel Bronaugh, il sottosegretario al Commercio per gli standard e la tecnologia e direttore dell’Istituto nazionale per gli standard e la tecnologia Laurie Locascio e anche il direttore della National Science Foundation Sethuraman Panchanathan nei panni del senatore Mark Warner e della rappresentante Deborah Ross. Insieme, solleveranno i seguenti passaggi chiave, con un finanziamento di oltre 2 miliardi di dollari, per far avanzare l’ordine esecutivo del presidente Biden per lanciare un’iniziativa nazionale di biotecnologia e bioproduzione per abbassare i prezzi, creare buoni posti di lavoro, rafforzare le catene di approvvigionamento, migliorare i risultati sanitari e ridurre le emissioni di carbonio. I dipartimenti e le agenzie statunitensi:

Sfruttare la biotecnologia per rafforzare le catene di approvvigionamento.
Il Dipartimento della salute e dei servizi umani investirà 40 milioni di dollari per espandere il ruolo della bioproduzione di ingredienti farmaceutici attivi (API), antibiotici e materiali di partenza chiave necessari per produrre farmaci essenziali e rispondere alle pandemie. DoD sta lanciando il programma Tri-Service Biotechnology for a Resilient Supply Chain con oltre 270 milioni di dollari di investimenti in cinque anni per trasformare la ricerca in prodotti più rapidamente e per supportare lo sviluppo avanzato di materiali a base biologica per le catene di approvvigionamento della difesa, come combustibili, compositi resistenti al fuoco, polimeri e resine e materiali protettivi. Attraverso il Sustainable Aviation Fuel Grand Challenge, il Dipartimento dell’Energia (DOE) lavorerà con il Dipartimento dei trasporti e l’USDA per sfruttare il miliardo di tonnellate stimato di biomassa sostenibile e risorse di scarto negli Stati Uniti per fornire catene di approvvigionamento nazionali di combustibili, prodotti chimici , e materiali. Questi sforzi abbasseranno collettivamente i prezzi per le famiglie americane, specialmente in tempi di turbolenza della catena di approvvigionamento globale.

Espandere la bioproduzione domestica.
Il Dipartimento della Difesa (DoD) investirà 1 miliardo di dollari in infrastrutture di produzione bioindustriale domestiche in 5 anni per catalizzare la creazione di una base di produzione bioindustriale domestica accessibile agli innovatori statunitensi. Questo supporto fornirà incentivi ai partner del settore privato e pubblico per espandere la capacità di produzione di prodotti importanti per le catene di approvvigionamento sia commerciali che di difesa, come i prodotti chimici critici. Il Dipartimento della Difesa investirà altri 200 milioni di dollari per supportare il miglioramento della biosicurezza e della sicurezza informatica per queste strutture. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) metterà a disposizione 500 milioni di dollari nell’estate del 2022 attraverso un nuovo programma di sovvenzioni per sostenere la produzione americana di fertilizzanti indipendente, innovativa e sostenibile per rifornire gli agricoltori americani, che possono sfruttare i progressi della biotecnologia e della bioproduzione.

Promuovere l’innovazione negli Stati Uniti.
La National Science Foundation (NSF) ha recentemente annunciato un concorso per finanziare i motori di innovazione regionali negli Stati Uniti. Questi motori sosterranno aree chiave di interesse nazionale e promesse economiche, inclusi argomenti di biotecnologia e bioproduzione come la produzione di medicinali salvavita, la riduzione dei rifiuti e la mitigazione del cambiamento climatico. Nel maggio 2022, l’USDA ha annunciato 32 milioni di dollari per l’innovazione del legno e sovvenzioni per il legno della comunità, sfruttando ulteriori 93 milioni di dollari in fondi dei partner per sviluppare nuovi prodotti in legno e consentire un uso efficace delle risorse forestali statunitensi. Il DOE prevede inoltre di annunciare nuovi premi per circa 178 milioni di dollari per promuovere gli sforzi di ricerca innovativi in ​​biotecnologia, bioprodotti e biomateriali. Inoltre, la Build Back Better Regional Challenge da 1 miliardo di dollari della US Economic Development Administration investirà più di 200 milioni di dollari per rafforzare la bioeconomia americana. Gli investimenti nel New Hampshire, in Virginia, nella Carolina del Nord, nell’Oregon e in Alaska aiuteranno a espandere la bioeconomia promuovendo programmi regionali di biotecnologia e bioproduzione. Questi investimenti regionali ricostruiranno le catene di approvvigionamento farmaceutico per ridurre i costi dei farmaci, catalizzare un’industria della maricoltura sostenibile, utilizzare meglio il legname di massa per accelerare la produzione di alloggi a prezzi accessibili e ripristinare la salute delle foreste, migliorare la produzione e la distribuzione di tessuti e organi rigenerativi e sviluppare una solida pipeline di talento biotecnologico, ampliando le opportunità alle comunità svantaggiate e storicamente escluse.

Portare i bioprodotti sul mercato. Il DOE fornirà fino a 100 milioni di dollari per la ricerca e lo sviluppo (R&S) per la conversione della biomassa in combustibili e sostanze chimiche, inclusa la ricerca e lo sviluppo per una migliore produzione e riciclaggio di plastica a base biologica. Il DOE raddoppierà anche gli sforzi, aggiungendo altri 60 milioni di dollari, per ridurre il rischio dell’aumento della biotecnologia e della bioproduzione che porterà alla commercializzazione di bioraffinerie che producono sostanze chimiche rinnovabili e combustibili che riducono significativamente le emissioni di gas serra da trasporti, industria e agricoltura. Il programma BioPreferred dell’USDA promuove lo sviluppo e l’espansione dei mercati dei prodotti a base biologica con un catalogo di oltre 16.000 prodotti registrati. Il nuovo programma pilota sui bioprodotti da 10 milioni di dollari sosterrà attività e studi su scala crescente sui vantaggi dei prodotti a base biologica. Gli istituti di produzione USA BioFabUSA e BioMADE (lanciati dal DoD) e NIIMBL (lanciati dal Dipartimento del Commercio (DOC)) amplieranno le loro partnership industriali per consentire la commercializzazione attraverso la medicina rigenerativa, la bioproduzione industriale e i biofarmaci. Ad esempio, NIIMBL lancerà un’iniziativa di biofabbricazione che coinvolgerà i 200 partner dell’istituto tra industria, accademici, senza scopo di lucro e agenzie federali per far maturare la tecnologia di biofabbricazione necessaria per migliorare l’accesso dei pazienti alle terapie geniche. BioMADE lancerà hub a sostegno dello sviluppo regionale equo, creerà posti di lavoro a livello nazionale e migliorerà la competitività economica americana. BioFabUSA sostiene le BioFab Foundries, una struttura statunitense unica nel suo genere che integra ingegneria, automazione e calcolo con la biologia. Le fonderie BioFab saranno accessibili agli innovatori statunitensi per consentire la produzione di prodotti clinici preclinici e in fase iniziale.

Formare la prossima generazione di biotecnologi
. Il National Institutes of Health (NIH) sta espandendo il programma I-Corps, un bootcamp di imprenditorialità biotecnologica. NIIMBL continuerà a offrire un programma di immersione estiva, NIIMBL eXperience, in collaborazione con la National Society for Black Engineers, che collega studenti sottorappresentati con aziende biofarmaceutiche e supporta percorsi di carriera nella biotecnologia. Nel marzo 2022, l’USDA ha annunciato 68 milioni di dollari attraverso l’Agricultural and Food Research Initiative per formare la prossima generazione di ricerca e istruzione, professionisti.

Guidare l’innovazione normativa per aumentare l’accesso ai prodotti della biotecnologia.
La Food and Drug Administration sta guidando gli sforzi per supportare la produzione avanzata attraverso la scienza normativa, la guida tecnica e un maggiore coinvolgimento con l’industria che cerca di sfruttare queste tecnologie emergenti. Questi sforzi aumenteranno la resilienza della catena di approvvigionamento medico e miglioreranno l’accesso dei pazienti a nuovi prodotti medici. NIH’s Accelerating Medicines Partnership® Il Bespoke Gene Therapy Consortium sosterrà fino a sei nuovi studi clinici, ciascuno incentrato su una diversa malattia rara, per semplificare la produzione e i quadri normativi. Per le biotecnologie agricole, l’USDA sta costruendo nuovi processi normativi per promuovere l’innovazione sicura nell’agricoltura e negli alimenti alternativi, consentendo all’USDA di rivedere prodotti più diversificati.

Misure e standard avanzati per la bioeconomia
. DOC prevede di investire altri 14 milioni di dollari il prossimo anno presso il National Institute of Standards and Technology per programmi di ricerca biotecnologica per sviluppare tecnologie di misurazione, standard e dati per la bioeconomia statunitense. Questo supporto catalizzerà lo sviluppo di capacità per la biologia ingegneristica, farà avanzare i processi e le tecnologie di bioproduzione e aiuterà a utilizzare l’intelligenza artificiale per analizzare i dati biologici.

Riduci il rischio investendo in innovazioni di biosicurezza.
La National Nuclear Security Administration del DOE prevede di avviare un nuovo programma di bioassicurazione da 20 milioni di dollari che farà avanzare le capacità statunitensi di anticipare, valutare, rilevare e mitigare i rischi della biotecnologia e della bioproduzione e integrerà la biosicurezza nello sviluppo della biotecnologia.

Facilitare la condivisione dei dati per far progredire la bioeconomia.
Attraverso il Cancer Moonshot, NIH sta espandendo il Cancer Research Data Ecosystem, un’infrastruttura di dati nazionale che incoraggia la condivisione dei dati per supportare la cura del cancro per i singoli pazienti e consente la scoperta di nuovi trattamenti. L’USDA sta lavorando con il NIH per garantire che i dati sulla povertà persistente possano essere integrati con la sorveglianza del cancro. NSF ha recentemente annunciato un concorso per un nuovo data center di bioscienze da 20 milioni di dollari per aumentare la nostra comprensione dei sistemi viventi su piccola scala, che produrrà nuovi progetti biotecnologici per realizzare prodotti in agricoltura, medicina, salute e materiali.

###

We would like to give thanks to the writer of this write-up for this outstanding web content

SCHEDA INFORMATIVA: Gli Stati Uniti annunciano nuovi investimenti e risorse per promuovere l’iniziativa nazionale di biotecnologia e bioproduzione del presidente Biden – La Casa Bianca


Explore our social media accounts and other pages related to themhttps://lmflux.com/related-pages/