La crescita del business consiste sempre nel fare il cambiamento giusto – TechNode Global

Non esiste una strada facile per il successo. Come molti aspiranti giovani imprenditori, ho avuto gli occhi stellati e sono saltato addosso quando mi è stata data l’opportunità di avviare un’attività in proprio. Ho lasciato il mio comodo lavoro e ho iniziato la mia prima avventura con i miei amici per fornire servizi di consulenza aziendale. Inutile dire che ero impreparato e ignoravo lo stress e l’instabilità che derivano dall’imprenditorialità. Con un’esperienza minima e pochi soldi per finanziare i nostri sforzi, i nostri sogni di successo entro pochi mesi sono esplosi rapidamente. L’azienda era in difficoltà e, in un tentativo disperato, abbiamo deciso di passare alle soluzioni di trasformazione digitale con una seconda startup. Sfortunatamente, la seconda startup ha affrontato la stessa sorte.

Eppure, anche dopo i miei tentativi infruttuosi, questo arduo viaggio non è stato scoraggiante per me. L’ambiente di avvio può essere brutale e difficile se ti manca la forza d’animo per perseguire continuamente il tuo obiettivo di fronte a battute d’arresto e ostacoli. Tutto quello che avevo era una mentalità per “farlo e basta” e continuare a provare. Come si suol dire: il fallimento è un trampolino di lancio verso il successo. Ho preso queste sfide del passato come lezioni preziose che ho pagato per imparare e costruire Semplice.

Una determinazione incrollabile è qualcosa che molti fondatori di startup hanno, ma la sfida più grande alla fine è stata quella di sentirsi a proprio agio con l’instabilità e il cambiamento e prendere decisioni difficili per far avanzare l’azienda. Ecco alcuni cambiamenti che ho dovuto sperimentare e le decisioni che ho dovuto prendere per far crescere la mia startup negli ultimi anni.

Cambiare il business

Una delle cose chiave che ha richiesto un’esplorazione e un tempo costanti è stata capire la proposta commerciale per ritagliare uno spazio per il business nel mercato: ho dovuto iniziare a esplorare e concentrarmi su una nuova soluzione aziendale per risolvere le lacune del mercato o creare un prodotto per offrire qualcosa di diverso dai miei concorrenti.

L’idea di Ximple è nata da un’esperienza personale che ho riscontrato con il monitoraggio della garanzia e la manutenzione del servizio per i miei elettrodomestici. Durante la mia esperienza come responsabile della logistica regionale in Singpost, ho visto prodotti diversi di ogni azienda avere la propria politica e processo di restituzione. Per i consumatori come me, ciò significa che prodotti diversi potrebbero avere procedure diverse da seguire per la sostituzione o l’assistenza in garanzia. Ho pensato: perché non esisteva una soluzione unica per affrontare questi problemi e semplificare l’esperienza del consumatore? Quindi, ho sviluppato Ximple come strumento di gestione della garanzia per affrontare questo punto dolente.

Questa volta, so che non potrei semplicemente lanciarmi in un’altra idea imprenditoriale senza la dovuta diligenza nella pianificazione e nello studio del mercato. Quando stavo sviluppando Ximple, una delle prime cose su cui ho iniziato a lavorare è stata la comprensione del mercato. Ho iniziato a condividere idee sul punto dolente del monitoraggio e della manutenzione della garanzia in base alla mia esperienza personale di consumatore. Ho fatto un sondaggio con più di cento amici per avere un’idea generale dei problemi che hanno dovuto affrontare con le garanzie e il modo in cui li gestiscono. Sulla base della mia ricerca di mercato, ho iniziato a contattare le aziende del settore tramite LinkedIn con un semplice pitch deck. Attraverso questo processo, sono stato in grado di ottenere il mio primo investitore angelo per Ximple.

Sebbene l’idea di Ximple sia stata fin dall’inizio uno strumento di gestione della garanzia, deve evolversi rapidamente per soddisfare le mutevoli esigenze e comportamenti del mercato. Oggi, Ximple si è evoluto per diventare più di un semplice strumento di gestione della garanzia, ma a soluzione unica e piattaforma semplificata per consumatori e aziende che promuovono un’economia circolare nel mercato dell’elettronica.

Uno dei motivi per cui le mie precedenti startup hanno fallito è stata la mancanza di una pianificazione adeguata e di ricerche di mercato. Un errore comune è presumere che ci sia una domanda nel mercato e tutto ciò che devi fare è lanciare il tuo prodotto e aspettarti la necessità della tua soluzione. Per quanto riguarda le mie prime due iniziative, sul mercato non sono mancate soluzioni di consulenza aziendale e di trasformazione digitale. Non riuscivo a trovare una proposta di vendita unica per distinguermi dal mercato già saturo. Come imprenditore, è fondamentale essere in grado di affrontare il problema della stagnazione dell’attività e ammettere a te stesso che qualcosa deve essere cambiato o cambiato. Potrebbe significare chiudere o trasformare la tua attività anche se ci hai dedicato ore, mesi e anni, per passare a un’altra.

Cambio squadra

Una delle ragioni principali dei precedenti fallimenti è stata la mancanza di diversità nel team con esperienza rilevante per guidare le molte importanti funzioni all’interno dell’azienda. Nelle mie prime due startup, il team proveniva tutto dalla professione IT, quindi siamo forti in campo tecnico, ma non sul fronte commerciale e commerciale. Questa dinamica mi ha fatto capire che ci devono essere brave persone nel team con altre abilità come il marketing, la presentazione e la vendita del prodotto per spingerlo sul mercato.

La diversità nel team aiuterà anche l’azienda a crescere con più prospettive e una maggiore creatività per coltivare idee innovative. Ad esempio, in Ximple, i dipendenti più anziani hanno conoscenze ed esperienza a lungo termine per definire strategie e guidare il team, mentre i dipendenti più giovani possono essere più esperti di tecnologia e in sintonia con le tendenze attuali. Questo ci consente di riconoscere e combinare i vantaggi di diversi approcci, nonché di adattarci a situazioni diverse.

Oltre a incoraggiarci a vedere le cose da un’angolazione diversa, ci aiuta anche in termini di consapevolezza culturale poiché Ximple si espande in un altro mercato regionale. È fondamentale conoscere le esigenze, i canali e le preferenze locali per avere successo sui mercati esteri. Quando Ximple è stato lanciato di recente in Malesia, il nostro team estero ha accelerato la nostra comprensione della conoscenza del mercato locale, delle reti locali e delle sfumature culturali, oltre a fornire soluzioni alternative agli ostacoli.

Quando la tua forza lavoro è più rappresentativa della tua base di clienti, ottieni una visione reale del cliente nel contesto locale. Prendiamo ad esempio, quando il nostro Direttore di Ximple in Malesia è salito a bordo, ho appreso da lui che le diverse culture variano ampiamente negli stili di negoziazione quando si tratta di partner locali. Inoltre, poiché il nostro team di Singapore deve coordinarsi a stretto contatto con il team estero, ci siamo adattati a lavorare in remoto comunicando più spesso online per tenere sotto controllo i progressi. Allo stesso tempo, questo ci offre maggiori opportunità di scambio di opinioni, consentendo alle idee di business di fiorire.

Cambiamenti a te stesso

È sempre necessaria una riflessione costante per pensare a cosa è andato bene o male nella tua attività. Potrebbe essere dal parlare con gli altri o semplicemente prendersi del tempo per pensare al business e a te stesso. Anche se ora ho un forte team di gestione per aiutare a gestire l’azienda, sto ancora imparando nuove abilità come fondatore. Anch’io devo migliorare il mio gioco aggiornandomi costantemente per imparare e sapere tutto da zero sul funzionamento dell’azienda.

Ad esempio, capisco di essere un introverso per natura e non il più forte quando si tratta di presentare e lanciare. Ma come imprenditore, so che dovevo migliorare me stesso. Mi sono iscritto a corsi per migliorare le mie capacità di parlare e presentare. Per capire come gestire un’azienda in modo più efficiente, ho seguito un corso di contabilità per capire come gestire le operazioni finanziarie. Posso essere un imprenditore e un professionista nel mio campo dell’IT, ma in fin dei conti nessuno è perfetto. L’importante è identificare la tua debolezza, la tua volontà di migliorarla e spingerti fuori dalla tua zona di comfort per imparare altrettanto.

Conclusione

Il viaggio imprenditoriale non riguarda solo lo stress che sei disposto a sopportare o le lunghe ore che sei disposto a sacrificare. Non confondere la resilienza con la testardaggine. La resilienza è resistere alle battute d’arresto e non arrendersi, mentre la testardaggine è il rifiuto di accettare input e cambiamenti che ti impedisce di imparare ciò che devi sapere per far crescere la tua attività nel miglior modo possibile. Rimani sempre umile e aperto a nuove prospettive o cambiamenti.


Wong Wai Jeat è il fondatore e amministratore delegato di Ximple.

TechNode Global INSIDER pubblica contributi rilevanti per l’imprenditorialità e l’innovazione. Potresti inviare i propri contributi originali o pubblicati soggetto a discrezione editoriale.

La seconda vita dei nostri vecchi smartphone e tablet

We would like to say thanks to the writer of this post for this remarkable material

La crescita del business consiste sempre nel fare il cambiamento giusto – TechNode Global


Check out our social media accounts as well as other related pageshttps://lmflux.com/related-pages/