Il Consiglio per gli investimenti statali investe la cifra record di 100 milioni di dollari in iniziative di venture capital ad alta tecnologia

Gilman Louie, CEO dell’America’s Frontier Fund, che ha ricevuto un impegno di 100 milioni di dollari dallo State Investment Council del New Mexico. È il più grande impegno di sempre di SIC per un singolo fondo di rischio nell’ambito del programma di private equity di SIC.

Molte più innovazioni high-tech dai laboratori nazionali e dalle università di ricerca del New Mexico potrebbero presto essere immesse sul mercato, grazie a un impegno da 100 milioni di dollari del Consiglio per gli investimenti statali a favore della neonata società di venture capital nazionale “America’s Frontier Fund”.

Il consiglio ha approvato all’unanimità il nuovo investimento martedì mattina, rendendolo il più grande impegno mai realizzato da SIC per un singolo fondo di rischio nell’ambito del programma di private equity del SIC, che pompa denaro dal Fondo permanente per l’imposta di fine rapporto del New Mexico in società di rischio che investono in startup locali.

Il SIC è il primo soggetto istituzionale a livello nazionale a cui impegnare denaro Fondo di frontiera americano, o AFF, che si è costituita quest’anno per mettere insieme fonti di finanziamento sia pubbliche che private che investirà poi nell’innovazione “trasformativa” di prossima generazione che AFF chiama “tecnologie di frontiera”. Ciò include microelettronica, intelligenza artificiale, produzione avanzata, scienze quantistiche, comunicazioni avanzate, nuova energia e biologia sintetica.

Il team AFF, composto da investitori di rischio, scienziati, tecnologi e leader politici di fama nazionale, esaminerà la tecnologia emergente nei centri di ricerca di alto livello per portare l’innovazione rivoluzionaria fuori dai laboratori e nel mercato attraverso società di nuova costituzione, ha dichiarato Gilman, CEO di AFF. Louie ha detto al SIC martedì mattina.

Per fare ciò, l’azienda costruirà un nuovo “studio di rischio” ad Albuquerque, oltre a studi satellite in tutto lo stato, mettendo gli stivali sul terreno presso tutti i principali istituti di ricerca dello stato per trovare tecnologie promettenti, lanciare startup per sviluppare ulteriormente e commercializzare quelle scoperte, e poi far crescere le aziende attraverso investimenti diretti e servizi di supporto alle imprese.

In effetti, il venture studio con sede ad Albuquerque fungerà da quartier generale nazionale per una catena di nuovi venture studio AFF da costruire in tutto il paese, consentendo ad AFF di unire talenti e competenze nazionali e locali di alta qualità in una Silicon Valley virtuale con sede nel New Mexico, ha detto Louie.

“(La nostra visione) è trasformare il New Mexico in un leader globale per l’innovazione tecnologica di frontiera, facendo del New Mexico il centro di una vivace rete di studi di venture capital negli Stati Uniti”, ha detto Louie al consiglio. “… Riteniamo che il New Mexico dovrebbe essere un leader globale nella tecnologia di frontiera perché il New Mexico è al centro di molte delle nuove scoperte della ricerca scientifica americana”.

AFF costruirà direttamente società nel New Mexico e le manterrà con sede qui, ha aggiunto Louie.

“Il New Mexico porta talenti e ingegneri di ricerca e sviluppo di livello mondiale, numerosi laboratori nazionali e governativi con ricerche all’avanguardia, programmi governativi statali e locali di prim’ordine e potenziale inutilizzato per la commercializzazione”, ha affermato Louie.

Il membro del SIC Harold Lavender, che dirige il comitato per gli investimenti del consiglio che raccomanda nuovi impegni di private equity all’intero consiglio, ha affermato che AFF si è distinto come un’opportunità privilegiata per il New Mexico, dati i massimi leader a livello nazionale direttamente coinvolti nell’iniziativa, oltre al la potenziale potenza finanziaria che l’azienda porterà sul tavolo.

“È guidato da luminari e investitori con esperienza reale e track record di successo”, ha detto Lavender al Journal. “Ognuno di loro ha un background piuttosto sorprendente. Questo è stato un vero punto di forza.

Louie è l’ex CEO della società di investimento della Central Intelligence Agency “In-Q-Tel”. Attualmente è a capo della società di venture capital Alsop Louie Partners. E ha presieduto la Federazione degli scienziati americani negli ultimi 15 anni, mentre in precedenza è stato anche commissario sia della Commissione del Congresso per la ricerca e lo sviluppo per la comunità dell’intelligence statunitense, sia del Comitato per la sicurezza nazionale sull’intelligenza artificiale.

L’ex CEO di Google Eric Schmidt, il co-fondatore di PayPal Peter Thiel e l’ex CEO di IBM Samuel Palmisano stanno tutti sostenendo l’AFF. Così come l’ex segretario alla Difesa degli Stati Uniti Ashton Carter, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti HR McMaster e altri alti dirigenti delle agenzie federali.

I leader dell’AFF sono uniti attorno alla missione fondamentale di ricostruire la leadership globale degli Stati Uniti nello sviluppo tecnologico critico necessario per le industrie emergenti del 21° secolo che guideranno il progresso sociale, economico e politico nei prossimi decenni. Per fare ciò, l’iniziativa AFF sta lavorando per costruire partenariati pubblico-privato di lunga durata che riuniscano il talento, l’esperienza e il capitale per scatenare l’innovazione statunitense nel cuore del paese, secondo i leader di AFF.

Il primo fondo di AFF ha come obiettivo un aumento iniziale di 500 milioni di dollari e il SIC è ora il primo ente istituzionale a impegnarsi a farlo. AFF prevede una prima chiusura di quel fondo nel secondo trimestre del 2023, con circa due terzi provenienti da investitori pubblici e il resto da private equity.

Nel corso del tempo, l’azienda prevede di raccogliere molto più capitale, ma l’impegno SIC ha già consolidato un posto privilegiato nell’iniziativa AFF che potrebbe portare notevoli benefici allo stato, ha affermato Lavender.

“Credo sia del tutto possibile che da questa iniziativa possano emergere ogni anno diverse aziende redditizie, investibili e potenzialmente di grande successo”, ha dichiarato Lavender al Journal. “Quelle sono aziende che impiegheranno nuovi messicani e che rimarranno qui nello stato”.

È un grande gruppo con cui collaborare, ha affermato il portavoce della SIC Charles Wollmann.

“È un gruppo che è stato lì, lo ha fatto e riconosce il New Mexico come un diamante grezzo”, ha detto Wollmann al Journal. “Non ci sono mai garanzie di successo, ma questo gruppo ha molto talento e una grande strategia per andare avanti”.

We wish to thank the writer of this post for this awesome material

Il Consiglio per gli investimenti statali investe la cifra record di 100 milioni di dollari in iniziative di venture capital ad alta tecnologia


You can find our social media profiles here , as well as other pages related to them here.https://lmflux.com/related-pages/