4 consigli di Ramit Sethi per avviare un’impresa senza soldi

Fonte immagine: Getty Images

Non hai bisogno di soldi per avviare un’attività in proprio.


Punti chiave

  • Anche se stai avviando un’attività senza soldi, hai bisogno di reddito e risparmi di emergenza per un cuscino finanziario.
  • Concentrati sugli elementi chiave che renderanno il tuo business di successo, inclusi il tuo prodotto, i clienti e il marketing.
  • Fai rete utilizzando le tue connessioni esistenti o i social media per raggiungere potenziali clienti.

Avviare un’attività in proprio può essere un ottimo modo per aumentare il tuo potenziale di guadagno e goderti di più il tuo lavoro. Anche se non è facile, quando hai una piccola impresa, hai in gran parte il controllo di come funziona e quanto guadagni.

Una delle prime sfide che molti imprenditori devono affrontare è avviare un’impresa senza soldi. Anche se questo lo rende più difficile, non hai bisogno di una fortuna per far decollare la tua attività. L’imprenditore Ramit Sethi ha creato molteplici attività di successo e ha alcuni ottimi consigli su come iniziare con pochi soldi o niente.

1. Costruisci un cuscinetto finanziario

Per preparare la tua attività al successo, hai bisogno di un cuscinetto finanziario. Questo ti aiuterà a superare qualsiasi ostacoli che incontri quando inizi la tua attività. Se non hai un reddito, nessun risparmio per pagare le bollette e fai affidamento sulla tua attività per iniziare a guadagnare subito, ti stai mettendo in una posizione davvero difficile. Quindi, cosa dovresti avere per essere al sicuro?

Innanzitutto, un reddito stabile è un must. Questo potrebbe essere un lavoro, guidare per una società di ridesharing o qualsiasi altro modo in cui puoi guadagnare denaro per pagare le bollette. Anche se probabilmente vorrai dedicare tutto il tuo tempo alla tua attività, la realtà è che la maggior parte dei proprietari di piccole imprese deve inizialmente svolgere altri lavori.

Assicurati di avere anche un fondo di emergenza. Come minimo, avere abbastanza in a conto di risparmio per coprire tre mesi di spese di soggiorno. Questo ti dà sicurezza in caso di eventuali emergenze finanziarie.

2. Concentrati sull’essenziale

Quando inizi un’attività da zero, è importante concentrarsi su ciò che è importante e dimenticare il resto. Il sito web di Sethi dice che ci sono tre cose di cui hai bisogno per un’azienda:

  • Qualcosa da vendere
  • Clienti a cui vendere
  • Marketing per comunicare con i clienti

Per sfruttare al meglio il tuo tempo, tutto ciò che fai per la tua azienda dovrebbe concentrarsi su una di queste tre cose. Il brainstorming e la progettazione di un prodotto sono assolutamente essenziali, perché senza qualcosa da vendere non hai un business. La ricerca sui clienti è necessaria anche per conoscere meglio il pubblico della tua azienda.

D’altra parte, c’è un sacco di confusione che non vale il tuo tempo nelle prime fasi. Prendi la creazione di un logo come esempio. I loghi sono importanti. Ma quando inizi un’attività senza soldi, non sarai comunque in grado di assumere un designer. Anche se puoi, è molto meglio concentrarsi su preoccupazioni più immediate, come quello che stai vendendo.

3. Decidi cosa vendere

Ogni attività comporta la vendita di qualcosa, anche se non è un prodotto fisico. Ad esempio, se tu entrare in affari come libero professionista, allora stai vendendo i servizi che offri. La vendita è il modo in cui la tua azienda guadagna, quindi una parte fondamentale del lancio della tua attività è decidere cosa vendere.

Ecco alcuni esempi di ciò che un’azienda può vendere:

  • Prodotti fatti a mano
  • Servizi, come la fotografia o il web design
  • Materiali didattici, come corsi sull’argomento di competenza

Questa è spesso la parte più difficile dell’avvio di un’impresa. Molti aspiranti imprenditori si sono sentiti bloccati nella neutralità perché non sanno quale dovrebbe essere la loro attività. Un grande suggerimento che Sethi ha per trovare idee imprenditoriali è quello di collegare le tue capacità e la tua passione con un business. Fai un elenco delle cose che fai bene e poi pensa a come puoi venderle.

Diciamo che ti piace il fitness. La formazione personale è un modo ovvio per venderlo, ma non è tutto ciò che potresti fare. Molti personal trainer si diramano e avviare un’attività online. Possono creare e vendere routine specializzate progettate per clienti con obiettivi specifici. Alcuni offrono anche un abbonamento mensile per lezioni di allenamento approfondite. C’è persino chi progetta e commercializza le proprie attrezzature per l’allenamento.

Una volta che hai un prodotto o un servizio, è il momento di uscire e iniziare a venderlo. E in questo caso, “vai là fuori” non significa necessariamente uscire da qualche parte, anche se puoi farlo se vuoi. Internet ha reso molto più facile raggiungere potenziali clienti.

Cerca gruppi di persone adatte a ciò che stai vendendo. I social media sono ottimi per questo. Facebook ha un’ampia varietà di gruppi, LinkedIn consente alle persone di connettersi con altri nel loro settore e Reddit ha subreddit per quasi tutto. Questi sono tutti buoni modi per parlare con i clienti, ottenere feedback e promuovere ciò che stai offrendo.

Ora, una parola di cautela: non diventare troppo aggressivo con il modo in cui commercializzi la tua attività. Le persone spesso non sono ricettive se ti unisci a un gruppo e inizi subito a provare a vendergli roba.

Ricorda che tutto ciò che devi fare qui è ottenere quei primi pochi clienti. Potresti non vedere i risultati dall’oggi al domani, ma se fai rete con il tuo pubblico di destinazione, accadrà. Per fare un esempio di prima mano, quando stavo iniziando come scrittore freelance, ho ottenuto clienti semplicemente parlando con i proprietari di piccole imprese su LinkedIn. Una volta che hai dei soldi in entrata nel tuo conto bancario aziendale da quei primi clienti, puoi costruire da lì.

Non pensare di aver bisogno di migliaia di dollari per avviare la tua piccola impresa. Ci sono molti modi per costruire un’impresa con pochi soldi o niente, a patto che tu sia disposto a metterti al lavoro.

Carte di credito aziendali selezionate da esperti con ricchi premi e vantaggi

Rimborso in contanti, premi di viaggio, finanziamento APR introduttivo allo 0%: tutti questi possono essere ottimi vantaggi per le carte di credito per gli imprenditori. Ma come trovare la carta di credito aziendale giusta per te? Ci sono tantissime offerte oggi sul mercato e setacciarle per trovare quella giusta può essere una grande seccatura. Quindi abbiamo fatto il duro lavoro per te.

Inizia oggi stesso con una delle nostre migliori scelte di carte di credito aziendali del 2022.

We would like to give thanks to the author of this write-up for this remarkable content

4 consigli di Ramit Sethi per avviare un’impresa senza soldi


You can find our social media accounts as well as other pages related to it.https://lmflux.com/related-pages/